Forte il legame di Tettamanzi con Novedrate

Il sindaco Grassi ricorda l'amato Arcivescovo in vista al nostro Comune

L'Amministrazione comunale di Novedrate partecipa al lutto per la scomparsa dell'Arcivescovo Emerito di Milano Cardinal Dionigi Tettamanzi e ne ricorda il fecondo e alto Ministero nella Chiesa di Milano quale successore di Ambrogio e di Carlo dal 2002 al 2011.

Ancorato alle radici e ai valori cristiani della sua terra, forte e indissolubile era il legame con la Comunità di Novedrate, nella quale per oltre trent'anni ha svolto il suo Ministero fino alla morte nel 1997 il cugino Don Felice Ciceri. Presente alle sue esequie, il Cardinal Tettamanzi ha voluto tornare nella nostra Parrocchia, da Arcivescovo di Milano, in occasione dell'inaugurazione dell'Oratorio San Giovanni Bosco e del Salone Don Felice Ciceri nel settembre 2005 e del Centesimo Anniversario della consacrazione della Chiesa dei SS. Donato e Carpoforo nel novembre 2008.

Prima ancora, da Segretario della Conferenza episcopale italiana aveva impartito il Sacramento della Cresima nella Chiesa di Novedrate nel 1990 consacrando l'altare e nel 1997 era intervenuto alla consacrazione della Cappella dell'Oratorio.

Ha sempre testimoniato il Vangelo nel solco dell'educazione e dei valori cristiani ricevuti dalla famiglia e dal seminario. Il Magistero che lascia in eredità sui temi della bioetica, della famiglia e della morale rappresenta un insegnamento che rimarrà a lungo nella storia della Chiesa.

"Per me la Chiesa è stata finora - e per un certo senso lo sarà sempre - la Chiesa di Milano" 
E ora la Chiesa di Milano e la nostra Comunità di Novedrate lo ricorda con commozione esprimendo profondo cordoglio